Retourner vers Actualité de la Fédération
Finalmente equità! Regolamentazione equa per servizi di picchetto, lavoro straordinario e ore supplementari, nonché per le modifiche con breve preavviso dei turni

È giunto il momento…

Care levatrici,

Gli ultimi tre anni sono stati ricchi di avvenimenti.

Siamo orgogliose di ciò che abbiamo realizzato fin qui insieme a voi. Oltre al gruppo di lavoro pionieristico di Zurigo e Sciaffusa, anche diverse levatrici di altre quattro sezioni hanno già formato gruppi di lavoro e aderito alla campagna «finalmente equità». Esiste una vasta rete di levatrici interessate e impegnate provenienti da tutta la Svizzera.

La campagna si rivolge principalmente alle levatrici ospedaliere. Tuttavia vorremmo coinvolgere nel nostro lavoro anche levatrici che provengono da altre situazioni lavorative. Siamo consapevoli che le condizioni di lavoro, ad esempio in una casa di nascita, differiscono per molti aspetti da quelle presenti in un ospedale. Nonostante ciò, tutte le levatrici si trovano ad affrontare l’imprevedibilità del parto e la conseguente sfida in termini di pianificazione dei turni di lavoro. Se avete bisogno di informazioni più dettagliate, input o suggerimenti per iniziare la collaborazione, non esitate a contattarci per e-mail.

È davvero giunto il momento… di fare sul serio: il catalogo delle rivendicazioni e le argomentazioni sono pronti!

In stretta collaborazione con il VPOD e un consulente legale, abbiamo prodotto i due documenti basandoci sull’analisi della situazione reale e dei bisogni negli ospedali dell’area di Zurigo e Sciaffusa. Mettendo a disposizione questi documenti, vi forniamo gli strumenti per avviare delle trattative allo scopo di ottenere migliori condizioni di lavoro nel vostro ospedale. Il catalogo delle rivendicazioni comprende non solo la regolamentazione equa per i servizi di picchetto e il lavoro straordinario, ma anche una soluzione equa in caso di sostituzione o soppressione di un turno con breve preavviso. Questo significa che nel catalogo sono presenti rivendicazioni importanti anche in riferimento a ospedali che attualmente non prevedono il servizio di picchetto.

Come utilizzare il catalogo delle rivendicazioni e le argomentazioni

Poiché gli ospedali svizzeri sono difficilmente paragonabili tra loro in termini di dimensione e organizzazione, è necessario adattare i documenti al singolo ospedale. Per alcuni team di levatrici l’obiettivo è ridurre o eliminare i servizi di picchetto, per altri c’è bisogno di migliorarne i termini contrattuali. Gli importi delle indennità servono da valori di riferimento mentre le argomentazioni dovrebbero essere integrate con esempi forniti dal proprio team ostetrico. Si tratta di un processo che richiede il coinvolgimento della maggioranza del team di levatrici. L’obiettivo è che – prima dell’inizio delle negoziazioni – almeno ¾ del team appoggino le rivendicazioni così come sono state messe a punto. Questo processo sarà accompagnato da regolari incontri di lavoro da noi organizzati.

E dopo?

Vi invitiamo a discutere il catalogo delle rivendicazioni all’interno del vostro team e a esaminare insieme i documenti, ad esempio in una riunione straordinaria organizzata a questo scopo. Sta a voi decidere, come team, se portare avanti le negoziazioni o se la campagna non rientra nelle vostre priorità.

I team di levatrici che decidono di avviare le trattative (non è necessaria una maggioranza dei ¾ per farlo) devono contattarci entro il 30 aprile 2024 all’indirizzo mail@spitalhebammen.ch, in modo da poter pianificare ulteriori collaborazioni e altre iniziative di sostegno.

Prossimi appuntamenti

I team di levatrici che decidono di avviare le trattative devono registrarsi come ospedali pionieri entro il 30 aprile 2024 scrivendo a: mail@spitalhebammen.ch.

Il 20 giugno 2024 si terrà un incontro di lavoro aperto a tutte le levatrici interessate. L’iscrizione sarà aperta sulla homepage a partire dal 15 maggio 2024. Importante: non si tratta di un evento informativo ma di una riunione di lavoro dove si pianificano insieme i passi successivi.

Anche se non tutti i team chiedono esattamente le stesse cose, noi avanziamo le nostre rivendicazioni come gruppo professionale e ci impegniamo a favore di condizioni di lavoro che dovrebbero essere la norma. Siamo convinte che se le rivendicazioni verranno avanzate in modo compatto dal maggior numero possibile di ospedali, ciò aumenterà la pressione sulla direzione migliorando così la situazione di partenza di ciascun team.

Auguriamo a voi e al vostro team tanto coraggio, motivazione, pazienza e successo nell’affrontare le prossime tappe.  

Per qualsiasi domanda non esitate a contattarci via e-mail.

Saluti solidali

Katja, Carmen e Natasha con l’aiuto di VPOD e FSL

Argomentazioni

Catalogo delle rivendicazioni

Lettera alla direzione

Partager l'article: